Le Carni

La Macelleria Caccavale puo' vantarsi di essere il posto dove si trova la Carne di altissima qualita' certificata da marchi che ne attestano la provenienza .

Tra le razze bovine tutelate dal Consorzio la Chianina e' quella che gode oggi di un immagine nobile ed affermata grazie  alla fama che si e' saputa conquistare con il mito della "fiorentina"

 

La Chianina è una delle antiche ed impoprtanti razze bovine d'Italia, e deve il proprio nome alla zona di allevamento: la Valdichiana. Razza antichissima, è allevata in Italia da più di 22 secoli. La Chianina è certificata dal marchio I.G.P., "Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale Chianina".La carne Chianina si caratterizza in definitiva, in tutti i suoi tagli anteriori e posteriori, per il suo sapore ed aroma particolari, per la sua magrezza dovuta ad un basso tenore di grassi e colesterolo e per l'alto contenuto di sostanze nutritive.

La storia della razza Marchigiana, come la conosciamo oggi, inizia in realtà verso la metà del XIX secolo quando gli allevatori marchigiani incrociarono il bovino polico autoctono(derivato dal "Bovino dalle grandi corna" giunto in Italia nel Vi secolo d.C.) con tori Chianini per ottenere una razza con maggior attitudine al lavoro e alla produzione di carne. L'effetto di questo incrocio fu una trasformazione evidente del bovino: miglio sviluppo muscolare, mantello più chiaro, corna più corte e testa più leggera.

Dopo un ulteriore incrocio con la razza Romagnola agli inizi del XX secolo, per abbassare la statura e rendere la razza adatta al lavoro nei campi, la Marchigiana assunse i caratteri attuali. Ricoperto da un pelo corto bianco e liscio, con sfumature grigie sulle spalle, l'avanbraccio e la occhiature, il bovino Marchigiano si riconosce per la cute pigmentata, la testa possente ma leggera, il collo corto, gibboso nei maschi, con giogaia ridotta e lo sviluppo armonico delle varie regioni somatiche.

Ottima produttrice di carne, sia in termini di resa la macello che di qualità delle carni (leggermente rosate o con grana fine), la Marchigiana viene oggi allevata in tutta l'Italia centrale: Marche, Abruzzo, Lazio, Molise, Campania (nelle province di Avellino e Benevento) ed in Sicilia. L'ottima capacità di adattamento lo rende un bovino ideale per il pascolo in terreni difficili, e quindi un veicolo di recupero e valorizzazione economica dei cosiddetti "terreni marginali" .